FAQ: un aiuto per capire la coltivazione dei bulbi di zafferano

faq domande risposte coltivazione bulbi zafferano azienda sativus

Okay, hai scoperto il mondo dello zafferano, ma vuoi saperne di più. In particolare vuoi avere più info sui bulbi di zafferano per scoprire i segreti della loro coltivazione. In questa sezione cercheremo di rispondere ad alcune delle domande più frequenti che ti potranno aiutare in questa giungla. E se non trovi quello che cerchi, non esitare a contattarci!

Quando piantare i bulbi di zafferano?

L’impianto dei bulbi di zafferano deve essere realizzato tra la fine di agosto e l’inizio di settembre, quando i caldi estivi iniziano a diminuire. Tuttavia il periodo corretto è da valutare in base alla zona in cui viene impiantato.
Si noti che ad agosto ci sono ancora molti animaletti terricoli e non, i quali potrebbero danneggiare i bulbi.
I bulbi ricominciano il loro ciclo vegetativo con il sopraggiungere delle basse temperature. Risulta pertanto inutile quindi piantarli troppo presto, perché si metterebbero esclusivamente a rischio.
In ogni caso prima di piantare è essenziale avere il terreno adeguato. Esso non deve essere né troppo secco né troppo bagnato, inoltre deve potersi lavorare in maniera da presentarsi friabile e senza zolle.

Quando raccogliere i bulbi di zafferano?

Verso la fine di maggio o l’inizio di giugno, le foglie dei bulbi di zafferano risultano completamente secche. Lo potete verificare semplicemente toccandole: si staccano dal bulbo. Questo vuol dire che i bulbi di zafferano sono completamente maturi.
Prima di iniziare la raccolta consigliamo di passare con un decespugliatore per rimuovere le foglie secche e le eventuali erbe infestanti ed agevolare così la raccolta.
Nelle zone più piovose, l’inizio della raccolta può protrarsi fino a fine giugno. In questo caso rivolgete un’attenzione particolare verso eventuali attacchi fungini.

Quanti bulbi di zafferano per metro quadrato?

Una delle domande più comuni, con molte risposte però. La densità di bulbi di zafferano è variabile da 20 a 80 per metro quadro.
Questo parametro deve essere valutato in base alla tipologia del terreno e al tipo di impianto che si decide di realizzare, se annuale o poliennale. Per ultimo, ma non meno importante, lo si deve decidere in base alla comodità della situazione.

Come si conservano i bulbi di zafferano?

I bulbi di zafferano devono essere conservati in un luogo buio, asciutto, possibilmente ventilato e con una temperatura tra i 25 e 30 gradi.
I bulbi di zafferano, come dicevamo, riprendono la loro attività con l’abbassarsi delle temperature. È molto importante quindi mantenere queste condizioni per evitare che subiscano degli shock termici iniziando a germogliare in anticipo.

Come si piantano i bulbi di zafferano?

La realizzazione dell’impianto è da valutare in base alle condizioni pedo climatiche e alla tipologia, se annuale o poliennale.
In caso di terreno prevalentemente sabbioso, di solito i bulbi di zafferano si piantano facendo un solco di 12/15 cm e ricoprendoli.
Generalmente si piantano in file singole, oppure a file multiple con una distanza di almeno 10 cm tra i bulbi.
Con altri terreni invece bisogna fare delle baulature rialzate, vale a dire piantando i bulbi in modo che siano più alti del livello del terreno, avendo sempre cura di tenere quei 12/15 cm di terra al di sopra del bulbo.
La distanza dei bulbi sulla fila invece deve essere decisa in base alla durata dell’impianto: se annuale sono sufficienti 4/5 cm, se biennale 8/10 cm, fino ad arrivare a 20 cm per gli impianti quinquennali.

Hai ancora dei dubbi? Visita la pagina della nostra CONSULENZA. E’ gratuita se acquisti i nostri bulbi!
Oppure clicca sotto se vuoi acquistare i nostri bulbi di zafferano direttamente sul nostro shop online!